Unar, al via la manifestazione d’interesse per la definizione del Programma del Coe

20 Giugno 2012

Il Consiglio d'Europa ha avviato il Programma denominato "Contrasto della discriminazione basata sull’orientamento sessuale e identità di genere", rivolto a 5 – 10 Stati Membri individuati come beneficiari, sulla base della valutazione dei bisogni in condivisione con le autorità, avvalendosi di un Network informale di Focal points LGBT governativi.

Il progetto di assistenza tecnica e finanziaria agli Stati beneficiari intende sostenere l’attuazione e l’implementazione della Raccomandazione CM/Rec(2010)5 anche in relazione a quanto rilevato nel recente Rapporto del Commissario Hammarberg sulla discriminazione nei confronti delle persone LGBT, mediante la cooperazione tra Stati membri del Consiglio d’Europa nelle azioni di contrasto della discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere.

Il 31 maggio 2012 il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari opportunità ha formalmente emanato la Direttiva generale per l’azione amministrativa del Dipartimento per le Pari Opportunità per l’anno 2012, nel cui ambito opera l’UNAR. In considerazione dell’adesione dell’Italia al Programma del Consiglio d’Europa, tramite l’UNAR, è stata individuata tra le linee strategiche della citata direttiva per rendere effettiva e sistematica l’applicazione del principio di parità di trattamento e di non discriminazione, la cui attuazione è affidata all’UNAR, la realizzazione di azioni di sistema per la prevenzione e contrasto delle discriminazioni connesse all’orientamento sessuale e all’identità di genere. In tale contesto dovrà essere definita la pianificazione delle iniziative per l’elaborazione di un Programma pluriennale di contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere, da attuarsi con il Consiglio d’Europa, in attuazione della Raccomandazione adottata dal Comitato dei Ministri CM/REC 5 (2010) per il biennio 2012-2013, condiviso con gli attori istituzionali e dei soggetti no profit operanti nel settore.

Il presente Avviso è volto, pertanto, a raccogliere – entro il 5 agosto p.v. - le manifestazioni di interesse da parte dei soggetti interessati a partecipare alle diverse fasi di definizione della strategia di contrasto della discriminazione nei confronti delle persone LGBT nei vari contesti che consentirà la definizione del Programma in oggetto.

20 giugno 2012

DOCUMENTI: