CONTRO LA VIOLENZA SESSUALE E DI GENERE

Prevenzione e contrasto della violenza sulle donne

CONTRASTO TRATTA ESSERI UMANI

Contro la tratta e il grave sfruttamento degli esseri umani

CONTRASTO PEDOFILIA E PORNOGRAFIA MINORILE

Osservatorio per il contrasto della pedofilia e della pornografia minorile

CULTURA SCIENTIFICA E STEREOTIPI DI GENERE
Il mese delle STEM. Le studentesse vogliono contare!

Il Dipartimento per le pari opportunità ha da tempo avviato, anche in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, iniziative volte a promuovere le pari opportunità e a contrastare gli stereotipi di genere nei percorsi scolastici.

Uno degli stereotipi esistenti è quello di una presunta scarsa attitudine delle studentesse verso le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) che conduce a un divario di genere in questi ambiti sia interno al percorso di studi che nelle scelte di orientamento prima e professionali poi.

Recenti dati[1] mostrano, ad esempio, che sul totale degli iscritti al 1° anno delle scuole secondarie di secondo grado negli istituti tecnici – settore tecnologico, la percentuale femminile è pari solo al 16,3%.  Se si prende poi a riferimento i corsi di laurea, nell’anno accademico 2014/2015 emergono rilevanti differenze di genere tra i vari settori di studio; infatti si registra una presenza massiccia delle donne nell’area Umanistica (75%), mentre tale presenza diminuisce man mano che si passa ad ambiti di carattere più scientifico o tecnico raggiungendo il minimo nell’area di “Ingegneria e Tecnologia” (31%)[2].

Questi dati, che si prestano a diverse letture di carattere sociale, culturale nonché educativo/orientativo, oltre a raccontare un divario di genere nella formazione tecnica, scientifica e tecnologica, evidenziano le difficoltà di accesso delle donne alle carriere tecniche e scientifiche che costituiscono e costituiranno sempre più in futuro un importante bacino di opportunità professionali che si stanno aprendo in tutto il mondo.

L’intento delle iniziative già concluse e di quelle che saranno attivate è dunque quello di contrastare fin dall’ambito formativo gli stereotipi che vedono le donne scarsamente predisposte verso lo studio delle materie STEM e meno interessate a intraprendere studi e professioni nel campo tecnologico e digitale, contribuendo a rimuovere gli ostacoli di tipo culturale, sensibilizzando docenti e studenti e valorizzando il talento delle studentesse e degli studenti in tali ambiti.

 

[1] Fonte Servizio statistico MIUR - 2016

[2] Fonte Servizio statistico MIUR - 2016

 


 

Uno degli stereotipi di genere più diffusi è quello di una scarsa attitudine delle studentesse verso le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) che conduce a un divario di genere in questi ambiti sia all’interno del percorso di studi che nelle scelte di orientamento prima e professionali poi.

Dal 2016 il Dipartimento pari opportunità ha avviato specifiche iniziative dedicate alle studentesse delle scuole primarie e secondarie, con lo scopo di accrescere il loro interesse nei confronti delle materie STEM (discipline scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche). 

 

In particolare, in concomitanza con la Giornata internazionale della Donna dell’8 marzo 2016, il Dipartimento per le pari opportunità, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha dato avvio all’iniziativa “Il Mese delle Stem - Le studentesse vogliono contare!”, dedicando un mese a eventi realizzati nelle scuole con lo scopo di sensibilizzare i docenti sul tema e di incoraggiare le studentesse ad approfondire le tematiche STEM, anche attraverso la collaborazione  di  imprese , enti ed associazioni interessati.

L'iniziativa che ha riscontrato un notevole successo ha visto l'adesione di oltre 50 scuole ed altri soggetti come Microsoft, ENI, TIM e De Agostini.

L’obiettivo è quello di incentivare le istituzioni scolastiche a tener aperti i propri locali durante il periodo estivo almeno per due settimane, progettando percorsi di approfondimento su matematica, cultura scientifica e tecnologica, informatica e coding per studentesse (in prevalenza), ma anche studenti, delle scuole elementari e medie (primarie e secondarie di primo grado).

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: martedì 15 novembre 2016